Cambioaria.it

Descrizione di Spoleto. Luogo, Eventi curiosità

Alberghi, Agriturismo

Dormire a Spoleto

Dormire nelle vicinanze

Link utili

Annunci

Standards

Capri

Spoleto (PG)

Spoleto è una delle città più antiche dell'Umbria vantando oltre 2500 anni di storia. Suoi fondatori furono gli Unni ma la fortuna per la città arrivó soltanto con l'impero romano. Teatro Romano Divenne infatti una colonia dell'impero nel 241 a.C., conosciuta con il nome di Spoletium. Passeggiando per il centro storico ci si può immergere nell'atmosfera dell'impero romano visitando il Teatro Romano (I sec. d.C.) oppure attraversando l'Arco di Druso e Germanico (23 d.C.) o ancora, sempre rimanendo nel centro, visitando la Casa Romana attribuita alla madre dell'imperatore Vespasiano (Vespasia Polla).
Il volto di Spoleto iniziò a mutare nel IV sec. quando divenne sede episcopale (S. Brizio fu il primo vescovo di Spoleto). Sorsero chiese e monasteri non soltanto nel centro Duomoabitato ma anche nelle campagne, e alle pendici di Monteluco. Proprio Monteluco, un angolo di natura incontaminata, fu il monte e bosco sacro agli anacoreti che qui si stabilirono fondando il convento di San Francesco (1218) e la chiesa di San Giuliano.
Spoleto fu contesa per molto tempo dai Franchi e dallo Stato della Chiesa nell'orbita del quale entrò nel 1240.
Illustre testimonianza della presenza dei papi e dei governatori a Spoleto è la Rocca Albornoziana. Fu costruita fra il 1359 ed il 1370, su volere del cardinale Egidio Albornoz, dall'architetto Matteo Gattaponi per rafforzare il potere papale. Tra i governatori della città ricordiamo la leggendaria Lucrezia Borgia (1499).
Particolare della rocca Ma il vero sviluppo di Spoleto avvenne nel XX secolo, negli anni ’40.
Venne fondato nel 1947 il Teatro Lirico Sperimentale, nel 1951 il Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo, con sede nel Palazzo Racani-Arroni nel 1958 il maestro Giancarlo Menotti mise in scena la prima edizione del Festival dei Due Mondi e negli anni Sessanta venne il Premio Spoleto per la pittura. Ancora oggi il Festival dei due Mondi rinnova le sue edizioni, di notevole importanza sono anche la Stagione del Teatro Lirico Sperimentale ed il Festival Pianistico. In queste occasioni le strutture turistiche come Hotel a Spoleto e B&B a Spoleto sono piene di turisti da tutto il mondo.
Rocca Albornoz Visitando Spoleto, da non perdere una visita al Duomo, la Chiesa di San Pietro, ed il Ponte delle Torri, ma anche palazzo Collicola, che ospita la Galleria Civica d’Arte Moderna, il palazzo Vescovile(Museo Diocesano), il Museo Archeologico, nell'ex monastero di Sant'Agata, il Museo Diocesano.
Nei dintorni di Spoleto, di grande interesse naturalistico e spirituale il “bosco sacro” di Monteluco, con una fitta vegetazione di leccio sempreverde. Da non dimenticare villa Redenta, che sorge sui resti di un’antica villa romana, con un bellissimo parco dove si trovano alberi secolari: cedri del libano, lecci e magnolie tra cui passeggiò la nobiltà spoletina tra ‘600 ed ‘800. Facilmente raggiungibile in auto da Spoleto sono la città di Terni, la Cascata delle Marmore e Orvieto.

Copyright Vagata Laura
Tutti i diritti sono riservati
webmaster Informazioni
Faq Costi e pubblicità Sitemap