Cambioaria.it

Descrizione di Roccaraso. Luogo, Eventi curiosità

Alberghi, Agriturismo

Dormire a Roccaraso

Dormire nelle vicinanze

Link utili

Annunci

Standards

Click for Rieti, Italy Forecast

Roccaraso (AQ)

Roccaraso è sorta intorno all'anno mille. Dominava allora il complesso monastico di San Vincenzo al Volturno che ricevette in dono la terra di Quinquemilia al limite della quale cominciò a sorgere un centro abitato che trasse il nome dal torrente Rasinus Roccaraso e fu, quindi, Rocca Rasini. Intorno al settecento Roccaraso contava 300 abitanti con una economia fondata sull'industria armentizia . Nel Settecento, si presentava come un tranquillo borgo ricco d'armenti e di pascoli dove la convivenza era facile e l’ambiente adatto ad una vita serena.Agli albori del 1900, comincia lo sviluppo dell'industria turistica.Dopo il declino dell'arte tessile per effetto della concorrenza delle grandi industrie , Roccaraso investi'tutte le sue risorse nel turismo si cercava un sbocco all'esuberante offerta di lavoro locale, anche per frenare in il fenomeno dell'emigrazione. Cosi cominciarono a sorgere i primi alberghi, ma purtroppo, durante la seconda guerra mondiale, la cittadina fu praticamente distrutta, ma i suoi abitanti, con coraggio e determinazione, l’hanno ricostruita. Palio Somari ad Amatrice Oggi Roccaraso è la maggiore stazione sciistica dell'Italia centro-meridionale, ma sono ancora molto praticati l'agricoltura e l'allevamento. Sia per la sua posizione che per ciò che offre è meta di turismo sia invernale che estivo. Il paese di Roccaraso non presenta quasi traccia del passato, ma girando per il paese si può immaginare quanto c'era da vedere....come il teatro, che era uno dei più antichi teatri italiani. Grazie ad un manoscritto, si hanno esempi delle opere che vi furono rappresentate, come "Pulcinella fatto Principe", "I birbi", "Le quattro nazioni", opere composte nei primi del Settecento a Pescocostanzo. La Chiesa di Santa Maria Assunta, che era bellissima e ricchissima prima della distruzione, ora è stata ricostruita negli anni 50 e si può vedere al suo interno l'unica opera che è stata salvata; la statua argentea di S. Ippolito, protettore di Roccaraso, di fattura napoletana. La Chiesa di San Rocco, invece, è l'unico fabbricato "sopravvissuto" alla guerra, e risale al 1656. Ha un bel portale in pietra viva, ed una cappella annessa, d'impronta barocca. Degno di visita, un tempietto eretto in ricordo dell'Eccidio dei Limmari, forte testimonianza delle brutalità della guerra. Il 20 novembre, in ricordo delle vittime della strage, si svolge per il paese una fiaccolata che parte dalla località "Limmari" per giungere in paese. Quello che la guerra non è riuscita a compromettere è la meravigliosa natura che circonda Roccaraso. Immersa tra il Parco Nazionale d'Abruzzo e la Maiella, il centro di Roccaraso è situato nel piano di Cinquemiglia.

Diverse sono le cime della Maiella oltre i 2000 mt in questa parte di Appennino, dove sole, vento e neve la fanno da padroni. E poi boschi e dirupi, dove orsi e camosci regnano indisturbati, insieme a gatti selvatici, 116 specie di farfalle, aquile reali e picchi, che nidificano negli enormi esemplari di faggi, cerri e pino mugo, raro in Italia. Escursioni a cavalloTra le montagne c'è anche profumo di fiori, di genziana, aquilegia e genepì della Maiella, per deliziare proprio tutti i sensi degli appassionati che praticano trekking ed escursionismo. Da secoli l'uomo frequenta questi boschi e queste montagne...dai fondatori di numerosi ordini monastici, ai briganti che hanno lasciato traccia di sé sulle rocce (tavole dei briganti), questo angolo d'Italia è veramente unico e meraviglioso. Oggi le escursioni si possono effettuare a piedi o a cavallo, con traversate anche di più giorni. Nel 2007 è stato inaugurato a Roccaraso un Parco Avventura, con due percorsi sospesi nella splendida cornice di un bosco di pini. A Roccaraso è possibile praticare anche golf, pattinaggio su ghiaccio, presso il modernissimo Palaghiaccio, mountain bike con percorsi organizzati e, naturalmente, sci, nel comprensorio dell'Aremogna. 110 km di piste, per tutte le difficoltà, che abbracciano diversi paesi: Pescocostanzo, Pescasseroli, Rivisondoli e Barrea. A disposizione degli appassionati di snowboard, un magnifico snowpark. Roccaraso è l'ideale anche per i fondisti, che potranno avventurarsi tra boschi, valli ed altopiani, negli 11 anelli di piste. Naturalmente anche le strutture ricettive sono organizzatissime per ogni esigenza, dall'Hotel Roccaraso, ai B&B e agriturismi, dove, tra l'altro, è possibile gustare le specialità locali come i "maccheroni alla molinara" lo spezzatino "casce e ove", il rinomato pecorino abruzzese ed i buonissimi dolci. Chi trascorre le vacanze a Roccaraso, può cogliere l'occasione per visitare i dintorni, i paesi di Pescocostanzo e Rivisondoli ma anche Sulmona, patria dei confetti.

Copyright Vagata Laura
Tutti i diritti sono riservati
webmaster Informazioni
Faq Costi e pubblicità Sitemap