Cambioaria.it

Descrizione di Pescocostanzo. Luogo, Eventi curiosità

Alberghi, Agriturismo

Ricerca a Pescocostanzo

Link utili

Annunci

Standards

Click for Rieti, Italy Forecast

Pescocostanzo (AQ)

Nella Regione degli Altipiani Maggiori d’Abruzzo, tra immensi e silenziosi pascoli che sono alla base dell’insediamento umano e dello sviluppo dei centri sorti in questi luoghi, a 1.400 s.l.m. è situata Pescocostanzo. Centro di antica origine e luogo di intensa civiltà, può vantare una favorevole temperie culturale, esemplata dall’eccezionale patrimonio di monumenti rinascimentali e barocchi a testimonianza della straordinaria vicenda artistica e culturale che sviluppò soprattutto tra il 1440 e 1700. Pescocostanzo Il terremoto del 1456 determinava le condizioni per l’ampliamento dell’abitato di pescocostanzo nel piano sottostante la rocca con un preciso impianto urbanistico, tuttora conservato. Dalla prima metà del ‘400 nuove e qualificate presenze introducevano le loro arti e innestavano, in questo ambiente, le loro tradizioni. Erano le “compagnie” dei maestri lombardi (muratori, scalpellini, stuccatori, fabbri, intagliatori). Nascevano cosi alcune forme di artigianato artistico come la lavorazione del merletto a tombolo, della pietra, del legno e del ferro, a cui presto se ne aggiungevano altre di diversa provenienza: l’oreficeria in filigrana (veneziana) e la lavorazione del tappeto (di origine orientale).

Faggio secolare La storia di Pescocostanzo affascina. La sua preservazione fino ad oggi ha dell’incredibile. Difficile immaginare un centro di così piccole dimensioni (circa 1.500 abitanti) e in posizione così elevata che raccolga in sé tanti elementi di importanza storica, artistica e culturale, tanti aspetti di rilevante interesse per chi indaga sui fenomeni di conservazione-trasformazione di una antica comunità sociale, e tanti motivi di forte richiamo e possibilità di “fruizione” per il turista. Alla indubbia bellezza naturale dei luoghi e alla ricchezza floro-faunistica e boschiva dell’ambiente, Pescocostanzo affianca l’intatto assetto urbanistico del passato, una fisionomia sociale non stravolta dalle novità, che rendono un carattere di eccezionalità a quest’area e ne fanno da tempo un oggetto di studio da parte di università, storici dell’arte, urbanisti. Pescocostanzo ha saputo recuperare l’antico ruolo, accreditandosi definitivamente come meta di turismo d’arte e cultura, oltre che di soggiorno estivo e sport invernali. Tale ruolo oggi è magnificato dal riconoscimento di “sede culturale” del Parco Nazionale della Majella.

Copyright Vagata Laura
Tutti i diritti sono riservati
webmaster Informazioni
Faq Costi e pubblicità Sitemap